Guide e Tecniche Colturali : Come preparare il terreno per la semina della canapa

Canapa, una pianta dalle straordinarie proprietà.

Alcune piante hanno in comune diverse similitudini, nel caso specifico della canapa, potremmo dire che sia simile alla bietola.

Solitamente questa pianta predilige terreni freschi e profondi, ma si adatta facilmente anche a terreni differenti.

Non teme gelate , ma soffre per ristagni idrici, dunque per favorire in modo ottimale la crescita della canapa, è opportuno creare delle sistemazioni idriche ottimali.

Sicuramente sono più adatti terreni franchi e poco argillosi, e/o terreni limosi, questo perchè la pianta appena nata chiamata plantula, ossia germinata da poco tempo, come mostrata nella foto

Plantula di Canapa

nello stadio cotiledonare, è poco vigorosa dunque soffre la crosta superficiale.

Per avere un buon raccolto, il terreno deve essere lavorato, senza troppi avvallamenti, ed eccessi di zolle, questo per evitare la prolificazione di erbe infestanti per la disomogeneità del terreno, una buona preparazione del terreno permette sicuramente di non avere problemi durante la crescita, inoltre non ha necessità di avere diserbanti particolari .

Una giusta aratura in autunno di circa 30 centimetri potrebbe essere ottimale, perchè arare in profondità nelle stagioni calde, in primavera, si potrebbe lasciare il terreno con molte zolle , con una dotazione d’acqua scarsa del terreno.

Inoltre è consigliabile una buona erpicatuca prima della semina, questa operazione consiste nello sminuzzare il terreno smosso , può essere fatta con un erpice.

Erpice

Una falsa semina, utilizzata in antichità è consigliabile, sopratutto per coltivazioni Biologiche, consiste nel preparare ed annaffiare il terreno come se fosse seminato , questo per stimolare la crescita delle erbe infestanti per poi eliminarle successivamente.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *